Il discorso del Colonnello veterano Inglese Richard Kemp all'Onu

CronacaIl discorso del Colonnello veterano Inglese Richard Kemp all'Onu

di Marco Dante Coen

Relazione sugli scontri al confine Gaza-Israele
Questo e’ l’intevento del Colonnello veterano Inglese Richard Kemp che lavora per conto delle Nazioni Unite “UN Watch”, una organizzazzione che denuncia le violazioni dei diritti umani qualora ci fossero durante i conflitti. Kemp e’ stato inviato ad ispezionare gli scontri al confine tra Gaza ed Israele ed ha letto la sua relazione martedi’ 15 Maggio all'ONU. Ecco la traduzione in italiano effettuata per i lettori di Ebraismo e Dintorni da Marco Dante Coen:


♦️ “Ho comandato le truppe britanniche in Afghanistan, in Iraq, nei Balcani e nell'Irlanda del Nord. Ho servito con la NATO e le Nazioni Unite. Sono appena arrivato direttamente dal confine di Gaza con Israele per condividere la mia valutazione.

Sulla base di ciò che ho osservato, posso dire che tutto ciò che abbiamo sentito qui (dagli interventi dei membri del Consiglio dell'Onu alla speciale sessione su Gaza tenutasi nei giorni scorsi), c'è una completa distorsione della verità.

La verità è che Hamas, un'organizzazione terroristica che mira alla distruzione di Israele e all'assassinio di ebrei ovunque essi siano, è responsabile della morte di oltre 60 palestinesi. Hamas invia migliaia di civili in prima linea usati come scudi umani per i terroristi che cercano di rompere attraverso il confine. L'obiettivo di Hamas, usando le loro parole, è "sangue... nel percorso della Jihad"

Chiedo a tutte le Nazioni di questo Consiglio: Voi tutti dite che Israele dovrebbe reagire in modo diverso. Ma in che modo è possibile rispondere se il terrorismo jihadista invia migliaia di civili che tentano di sfondare i confini per massacrare la tua comunità? Il vostro rifiuto ad ammettere che Hamas è responsabile per ogni goccia di sangue versato sulla frontiera israeliana incoraggia la loro violenza e l'uso di scudi umani. Vi rendete complici di ulteriori spargimenti di sangue.

Se Israele permettesse a questi criminali di sfondare la recinzione, i soldati dell'IDF sarebbero costretti a difendere i propri civili dalla macellazione e molti più palestinesi verrebbero uccisi. Le azioni di Israele quindi salvano la vita dei molti palestinesi di Gaza; e se questo Consiglio si interessa veramente di diritti umani, dovrebbe elogiare l'operato dell'esercito israeliano invece di condannarlo, infamandolo con le menzogne.

La ringrazio signor Presidente"

(Qui il video della sessione dell'Onu)

 

0 commenti 

Inserisci un commento 

*Per inserire un commento devi specificare il tuo nome e cognome ed il testo del commento.
Non e' possibile inserire link a siti web o indirizzi e-mail. Qualsiasi tag HTML verra' rimosso dal sistema. Qualsiasi termine ritenuto non adatto rendera' impossibile l'invio del commento.